Il pesce sega: uno strano squalo

by aletave on

Il mondo degli squali è semplicemente meraviglioso! Infatti, vivono in uno stupendo posto che hanno colonizzato tempo fa: il mare. Oggi vorremmo trattare una specie strana grazie alle informazioni che abbiamo preso dal sito internet Colapisci. Stiamo parlando del pesce sega.

Classificazione

Il pesce sega è incluso nell’ordine Pristioforiformi, caratterizzati dall’assenza della pinna anale e con muso allungato a forma di sega (chiamato anche rostro). Il genere di appartenenza è Pristis che include differenti specie.

Morfologia

Inoltre, il loro corpo è compresso dorsalmente nella parte anteriore. I denti sono più larghi che lunghi alla base della sega, mentre anteriormente è vero il contrario. Gli occhi sono sul dorso.

La pelle è colma di denticoli che sono ottusi e ovali dorsalmente sono ottusi e ovali, mentre ventralmente sono rotondi.

La bocca è munita di una serie di denti piccoli e arrotondati e si apre in basso. Inoltre, nella mascella superiore ci sono tra 88 e 128 denti, mentre in quella inferiore tra 84 e 176.

Il pesce sega ha due pinne dorsali che sono sviluppate come la caudale che è priva di lobo inferiore: la prima si incastra dove ci sono le ventrali. Le pettorali sono ampie, invece, e si uniscono ai lati della testa, nei pressi della bocca.

Questo squalo è di un colore che varia dal grigio al bruno sul dorso, mentre il ventre è biancastro.

Altre informazioni

Il pesce sega è una specie bentonica, ossia vive sul fondale marino e in genere si trova in prossimità di coste, estuari, baie, lagune e fiumi.

Riproduzione

Sarebbe ovoviviparo, cioè le uova sono incubate nell’organismo materno e si schiudono dentro di esso. La gestazione dura circa un anno e ci sono tra i 15 e i 20 piccoli per ogni parto, che arrivano a 60 centimetri di lunghezza. La sega inizia a svilupparsi alla fine del periodo embrionale.

Alimentazione

Cosa mangia il pesce sega? Ebbene, piccoli pesci e altri organismi bentonici che trova e infilza con la sega.

Dimensioni

Le dimensioni normalmente si aggirano attorno ai 5,5 metri di lunghezza.

Distribuzione

Il pesce sega è una specie tropicale e subtropicale dell’Atlantico, ma è stato segnalato nel Mediterraneo occidentale e sulle coste siciliane.

Infine, questo squalo è a rischio estinzione e non è aggressivo nei confronti dell’uomo.

Questo squalo è molto carino, anche se sembra strano. Vi piace?

 

Written by: aletave

Svolge attività di blogger e copywriter presso Search On Media Group.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *