Lo spinarolo: un altro squalo spettacolare

by aletave on

Gli squali sono pesci molto belli, interessanti e sicuramente affascinanti! Perciò oggi vorremmo vedere qualcosa sullo spinarolo, un animale spettacolare dei mari, grazie all’aiuto del sito internet Squali. Il mare è un universo unico.

Classificazione

Lo spinarolo è conosciuto dalla scienza con il nome di Squalus acanthias ed è incluso nel raggruppamento degli Squaliformi, squali senza la pinna anale e con il muso piuttosto corto.

Descrizione

Lo spinarolo si differenzia dalle altre specie perché ha due spine (una anteriore in ogni pinna dorsale). Ha macchie bianche lungo il dorso e la pinna caudale ha lobi non simmetrici, formando una coda eterocerca. Inoltre, sia il maschio che la femmina sono di colore grigio-bruno e contro ombreggianti.

Habitat

Ama i fondali e di solito non si spinge sotto i 200 metri di profondità, ma può arrivare fino a 1500 metri alcune volte, normalmente a temperature pari e inferiori a 15 gradi Celsius.

Distribuzione

Lo spinarolo è diffuso nelle zone costiere di tutti i mari temperati del nostro pianeta.

Dimensioni

I maschi di questa specie di norma si aggirano tra 80 centimetri e 1 metro di lunghezza, mentre le femmine sono più grandi e arrivano tra 98 centimetri e 1 metro e 59 centimetri di lunghezza.

Riproduzione

I maschi raggiungono la maturità sessuale a 11 anni e le femmine a 18-21 anno. I primi si possono riconoscere dalla presenza di pterigopodi (un paio di pinne pelviche modificate) che vengono inseriti nella cloaca femminile durante l’accoppiamento.

La riproduzione è vivipara aplacentata, ovvero le femmine trattengono le uova dentro l’utero e i piccoli, dopo che si nutrono del sacco vitellino, escono all’esterno completamente formati.

La fecondazione è interna e l’accoppiamento avviene nei mesi invernali con la gestazione che dura 22-24 mesi. La femmina partorisce tra i 2 e gli 11 piccoli.

Pericolosità

Lo spinarolo può essere pericoloso per l’uomo grazie alle ghiandole velenifere presenti alla base delle pinne spinose, ma non rappresenta una minaccia letale.

Ecco che abbiamo visto questo altro spettacolo creato da Madre Natura e che è senza dubbio meraviglioso.

Vi piace lo spinarolo? Avete altre notizie da aggiungere?

Written by: aletave

Svolge attività di blogger e copywriter presso Search On Media Group.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *